TUTTO PRONTO PER IL PRIMO IMPIANTO DI PRODUZIONE LATTE IN POLVERE A BOLZANO
Sabato, 23 Dicembre 2017 13:22
A marzo partirà la cooperazione fra Loacker Spa e Brimi Centro latte Bressanone che vedrà nascere a Vandoies di Sotto un impianto per la produzione di latte in polvere tramite essiccamento, il primo in Alto Adige. Un’ulteriore sinergia è data dal fatto che la sede sorgerà sull’areale della Rieper Spa, azienda leader in regione nella produzione di mangimi per bovini da latte. 
Sin dall’inizio Kompatscher ha sostenuto gli sforzi delle tre imprese assieme agli assessori Schuler, Mussner e Theiner, competenti a vario titolo, e oggi ha evidenziato l’importanza del progetto di ampliamento: "Siamo davanti ad aziende altoatesine leader che investono massicciamente in Alto Adige, e questa dichiarazione a favore del sito economico locale è un segnale importante per tutta la popolazione. Lo sviluppo porta slancio e motivazione a proseguire sulla strada intrapresa", ha detto il Presidente. Secondo il sindaco di Vandoies Walter Huber, "l’investimento previsto e la scelta delle imprese rafforzano il Comune, che da sempre punta in particolare su attività produttive." Andreas Loacker ha osservato che l’ubicazione ha giocato un ruolo importante: "La posizione favorevole del nuovo sito produttivo tra la sede Loacker di Auna di Sotto, quella di Heinfels nel Tirolo orientale e la Brimi a Bressanone contribuisce alla politica di sostenibilità delle due aziende." Il nuovo stabilimento garantisce inoltre l’approvvigionamento con materie prime di alta qualità e ogm-free per produrre creme e cioccolate, mentre l’utilizzo di latte dell’Alto Adige è considerato da Loacker un grande valore aggiunto. Per Brimi il progetto di Vandoies rappresenta soprattutto un aumento della redditività attraverso la lavorazione del siero di latte destinato alla produzione di formaggi. "Questo nuovo impianto è una grande chance non solo per Brimi ma per l’intero settore lattiero locale, perché in futuro tutto il siero prodotto in Alto Adige potrà essere lavorato direttamente in loco", ha spiegato il direttore generale di Brimi Martin Mair. L’attuale zona produttiva, ha ricordato Alexander Rieper, "in origine era pensata solo per espansioni strutturali della Rieper Spa. Grazie all’ampliamento dell’areale vengono rafforzati il sito economico di Vandoies ma anche quello altoatesino nel suo complesso." L’avvio dei lavori di realizzazione del primo impianto di produzione di latte in polvere tramite essiccamento è previsto per marzo 2018, l’entrata in esercizio a inizio 2020. Nella moderna sede saranno occupati una ventina di lavoratori. L’investimento complessivo è di oltre 30 milioni di euro.
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.