Il Trento Film Festival esprime il suo cordoglio per la scomparsa della propria consigliera Renata Viviani
Giovedì, 22 Febbraio 2018 12:49
La notte scorsa è mancata per un male incurabile la consigliera del Trento Film Festival Renata Viviani, in carica dallo scorso settembre, quando è stato nominato il nuovo Consiglio direttivo della rassegna. Renata Viviani, valtellinese, originaria di Valdidentro, in provincia di Sondrio, lascia il marito e un figlio e un grande vuoto in tutte le persone che le sono state vicino e che hanno potuto apprezzare le sue grandi doti umane e professionali. Appassionata di montagna ed esperta di cinema, Renata Viviani, oltre a quella del festival, ricopriva la carica di consigliera centrale del Cai che l’aveva anche designata quale proprio referente per il Centro di Cinematografia e Cineteca del Cai. Socia del sodalizio della Sezione di Sondrio - sottosezione di Valdidentro, per due mandati è stata anche presidente del Cai della Lombardia. «Siamo profondamente addolorati per la grave e prematura perdita di Renata Viviani – ha evidenziato il presidente del Trento Film Festival, Mauro Leveghi – ed esprimiamo tutta la nostra vicinanza alla sua famiglia. La nostra consigliera era conosciuta ed apprezzata non solo per le passioni per la montagna e il cinema, ma anche per la competenza, la determinazione e la creatività che la distinguevano che esprimeva proponendo idee nuove che portava avanti con entusiasmo, sapendo sempre coinvolgere gli altri. Sebbene sia stata consigliera del Trento Film Festival per pochi mesi, lascia un tutti noi un profondo vuoto».


Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.