OBIETTIVO VAL DI SOLE SENZA AUTO
Giovedì, 26 Luglio 2018 08:08
Accade in Val di Sole: le navette Stelviobus portano gli escursionisti nella Val di Rabbi chiusa al traffico, il Flixbus conduce i turisti nella valle, il Dolomiti Express trasporta le bici su rotaia lungo la ciclabile, il Bike Bus accoglie i ciclisti e le loro due ruote questo è il viaggio in un territorio pioniere che si sta convertendo al trasporto alternativo, lottando contro smog e traffico.
La Val di Sole si sta affermando, tra le Alpi, come un laboratorio di idee sostenibili concrete, che non rimangono sulla carta, qui si disegna la montagna del futuro. Si tratta di un cambiamento necessario e strutturale, che nasce in comunità coese e pragmatiche come quella solandra. Dove una grande varietà di soggetti si mette in rete per trasformare il nostro modo di concepire la mobilità, un passo alla volta, consapevoli che da questo dipende il nostro futuro.
Sono diversi i progetti realizzati o in corso d’opera “Stiamo mettendo in cantiere numerose iniziative al servizio di un traguardo più ampio che contiamo di raggiungere un domani: la vacanza senz’auto” spiega Fabio Sacco, direttore generale dell’APT Val di Sole. “Il turista può venire in treno, o con i propri mezzi, parcheggiare e poi scoprire il territorio, fare sport, percorrere le valli e salire in quota grazie all’integrazione dei vari servizi a sua disposizione”.
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.