DISAGI PER CHI VORRA' RAGGIUNGERE LA VAL DI FIEMME ATTRAVERSO LA STATALE DELLE DOLOMITI
Mercoledì, 23 Gennaio 2019 09:04

La strada statale delle Dolomiti (SS48), che collega Ora con la Val di Fiemme, è un'arteria molto trafficata: vi transitano infatti circa 7.500 veicoli al giorno, che diventano 8.000 durante il periodo estivo. A Montagna, lungo un tratto di 700 metri che comprende le due fermate dell'autobus davanti all’Hotel Tenz, molto utilizzate da pendolari e studenti, la strada ha una doppia curva con scarsa visibilità che rappresenta un pericolo non solo per i veicoli che accedono alla statale, ma anche per i pedoni che devono attraversare la strada in mancanza di un apposito passaggio. Per rendere più fluido e sicuro questo tratto di strada sono previsti una serie di interventi: si tratta in particolare di ampliare la larghezza della carreggiata e di realizzare una corsia centrale di svolta con conseguente aumento della visibilitá. L'opera avrà un costo complessivo di oltre 482.000 euro.Gli interventi prenderanno il via con una deviazione temporanea della corsia in direzione Ora , e con lo spostamento della corsia in direzione Passo San Lugano sull’attuale corsia verso Ora. In questo modo verrà creato lo spazio per la demolizione e sbancamento della roccia, operata con escavatori che lavoreranno da monte, per l’ampiamento della carreggiata. Saranno anche adeguate alle norme in vigore le due fermate dell’autobus esistenti, verrà realizzato un attraversamento pedonale illuminato e saranno ricostruiti i muri di sostegno in muratura mista di pietrame. Sono previsti infine nuovi marciapiedi, piazzole e pensiline per l’attesa degli autobus, oltre ai lavori di risanamento e asfaltatura finale. Per gli interventi di competenza del Comune di Montagna è stata stipulata un’apposita convenzione.

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.