FIBRILLAZIONE ATRIALE, AL Santa CHIARA cure innovative
Mercoledì, 13 Settembre 2017 16:50
L’ospedale Santa Chiara di Trento è il primo ospedale italiano che cura i pazienti affetti da fibrillazione atriale ad alto rischio di embolie con un duplice approccio, quello chirurgico mini-invasivo e quello interventistico endovascolare. L’applicazione delle due tecniche all'avanguardia a livello nazionale è effettuata dalle équipe delle unità operative di Cardiochirurgia e di Cardiologia. I trattamenti sono riservati ai pazienti che hanno una controindicazione ai farmaci anticoagulanti e antiaggreganti. Le persone fino ad ora sottoposte all’intervento hanno superato bene la fare operatoria e sono state dimesse in buone condizioni e senza complicanze.
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.