Furti in autostrada – arrestati due italiani
Mercoledì, 20 Settembre 2017 13:04
Si chiama “inibitori di frequenza” l’operazione conclusasi oggi con l’arresto di due napoletani e partita lo scorso anno a seguito della denuncia di un cittadino italiano derubato dei beni che custodiva in auto presso l’area di servizio Adige Ovest. I furti realizzati da un’organizzazione criminale erano possibili grazie all’ausilio di un congegno elettronico denominato “Jammer”; quest’ultimo nascosto nei collegamenti elettronici delle autovetture, inibiva la chiusura delle stesse permettendo ai malviventi di agire indisturbati dopo l’allontanamento del proprietario
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.