Gli anarchici colpiscono ancora: questa notte Trento devastata
Lunedì, 23 Ottobre 2017 09:50

Una ventina di giovani con i volti coperti muniti di spranghe, bottiglie e fumogeni hanno devastato nella notte mezza città di Trento. I disordini di stanotte vanno sommati anche a quelli di ieri pomeriggio dove il gruppo dei centri sociali ha gettato anche delle pietre contro la questura e il carcere di Spini di Gardolo dove sono incarcerati gli amici. Una deriva di violenza così a  Trento non si è mai vista prima.


Hanno voluto protestate così, sfogando la loro rabbia dopo l’arresto dei 4 amici che sabato hanno aggredito il gazebo di Forza Nuova in via Manci e le forze dell’ordine presenti. Nell’attacco 2 operatori della Polizia di Stato e un carabiniere sono rimasti feriti. Il gruppetto, formato da uomini e donne, ha cominciato a rovesciare bidoni della spazzatura e tutto quello che trovava sulla sul suo percorso. Sono stati segnalati anche dei colpi sulle autovetture in sosta. Gli anarchici hanno continuato la loro follia fino via Manzoni e Largo Nazario Sauro per poi scomparire. È intervenuta la Polizia Municipale, ma solo per cercare di togliere i bidoni dalla carreggiata e lasciare così libero il passaggio della autovetture.



 

 

 

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.